In basso la pianura foggiana, che per lunghi periodi dovette offrire praterie poco arborate o steppe; in alto la montagna con i suoi dirupi rocciosi; macchie e piccoli boschi si addensavano probabilmente nei valloni montani e lungo i principali corsi d'acqua della pianura.

Per questa molteplicità di paesaggi, l'Uomo di Paglicci doveva disporre di una selvaggina ricca, mentre la riserva idrica era forse assicurata da una sorta di cisterna naturale, rappresentata da una cavità comunicante con la grotta.

Inoltre, la posizione a ridosso del fianco sud del Gargano permetteva un sicuro riparo dai venti più freddi.
Tutti questi elementi possono spiegare la straordinaria fortuna del giacimento di Paglicci, il quale malgrado l'assenza sul posto di selce, ospitò l'Uomo durante un periodo di tempo lunghissimo compreso tra 200.000 e 11.000 anni da oggi.

Sulla punta del Gargano, Vieste è la più bella ed amata località di mare della Puglia. Per il turista Vieste significa 30 km di litorale bagnato da un mare cristallino, dove si alternano spiagge dorate, profumate insenature ombreggiate da pini secolari, strapiombi mozzafiato, romantici isolotti, incantevoli grotte marine, deliziose calette e baie solitarie.

A pochi chilometri da Vieste, lungo la litoranea nord, vi è situata Peschici, una località turistica che sorge in splendida posizione su una rupe a picco sul mare, caratteristica dalla quale prende il suo nome.

Considerata per la sua bellezza “Perla del Gargano”, oggi Peschici sorprende con il dedalo di viuzze del borgo antico, l’intenso profumo dell’entroterra e la suggestiva atmosfera dell’incantevole litorale.

Il Gargano compendio di sacralità e misticismo ha da sempre attirato pontefici, re, crociati e semplici pellegrini che hanno percorso le difficili vie della Montagna recando omaggio all'Arcangelo Michele in Monte Sant'Angelo attraverso la "Via Sacra Longobardorum" che univa dalla Spagna a Gerusalemme una incredibile quantità di Santuari, Si tratta di uno dei percorsi religiosi più noti e interessanti della Capitanata.

Questo itinerario rappresenta l'antica strada dei pellegrini che, provenienti dalle regioni settentrionali, cominciavano a salire sul Gargano dalla valle di Stignano che costituisce l'imboccatura sud-occidentale del promontorio, con particolare attenzione al Santuario di San Giovanni Rotondo dove ha vissuto il frate Cappuccino Padre Pio da Pietrelcina, che oggi è meta di millioni di pellegrini.

Contatti

S.P. 45 Bis Km 11+550 (Ex S.S. 273)
San Giovanni Rotondo (FG)
Tel +39 0882451944
Giuseppe: +393477051379
Massimo: +393202507471

... inserisci il tuo indirizzo e-mail e Ricevi tutte le novità e aggiornamenti!

Form by ChronoForms - ChronoEngine.com